Le buyer personas nel marketing turistico.

Dopo aver capito qual è la nostra unicità, come spiego in questo articolo, dobbiamo domandarci chi sia il nostro target e definirlo con le buyer personas

Spesso se chiedo ad un ristoratore o ad un direttore d’albergo qual è il suo target sono subito pronti a rispondere “tutti!”. 

Ma questa risposta è spesso l’esempio lampante di un’attività che non sa a chi vuole rivolgersi

Il nostro ristorante, la nostra struttura ricettiva ed il nostro museo non sono per tutti e non deve essere perfetto per tutti i target del mercato. 

Il nostro lavoro deve essere basato su un target preciso e definito, per soddisfare le necessità e realizzare i suoi desideri. Questo vi porterà un vantaggio rispetto alla concorrenza che si limita a “sparare nel mucchio” con le sue campagne marketing generaliste. 

Lo studio delle Buyer Personas è, quindi, fondamentale per acquisire un profilo completo dei propri clienti. Ci permette, così, di capire cosa conta maggiormente per i nostri potenziali clienti, quali sono le loro necessità e sopratutto dove trovarli

Ma cosa sono le Buyer Personas? È una rappresentazione semi/immaginaria del cliente tipo, sulla base di ricerche di mercato e dati reali sui clienti esistenti. 

Dobbiamo creare una sorta di “persona immaginaria”, da tenere a mente ogni volta che ragioniamo sui nostri prodotti e servizi. 

Ad esempio, se pensiamo ad un Hotel business, la nostra Buyer Persona sara un uomo elegante tra i 35 ed i 55 anni, che viaggia per lavoro.

Ha delle esigenze molto specifiche come un transfer dalla stazione o dall’aereoporto, una camera comoda con Wifi veloce gratuito e uno spazio funzionale per lavorare. 

Nel caso di un ristorante tipico in centro a Roma, la nostra Buyer Persona può essere una donna tra i 35 ed i 65 anni, straniera con famiglia al seguito. Vuole assaggiare i piatti della tradizione romana ma, ha l’esigenza di un menù specifico per i bambini. 

Questa tecnica permette di immaginare il cliente e individuare in anticipo i suoi interessi. 

Le ragioni per cui è vantaggioso sviluppare le buyer personas sono tendenzialmente queste:

  • Portano maggiori conversioni: Tutto ciò che realizziamo lo facciamo per l’ospite, aiutandolo così a risolvere un problema od a soddisfare un suo bisogno;
  • Aiutiano a posizionare il nostro prodotto/servizio: le buyer personas ci permetteranno di capire dove posizionare il nostro prodotto, il nostro servizio o il nostro locale, basandoci sulle esigenze delle Personas; 
  • Permettono di anticipare esigenze e interessi degli ospiti: tramite i dati che estrapoliamo capiamo dove intercettare le loro esigenze; 
  • Chiariscono alcuni aspetti sui nostri clienti: cosa apprezzano maggiormente, dove intercettarli, ecc. 

Per delle Buyer Personas efficaci dobbiamo seguire alcuni step, che ci permettono di arrivare ad un identikit efficace e veritiero. 

Dobbiamo partire dalla fase di ricerca e acquisizione dei dati: Informazioni demografiche, etnografiche, gusti, preferenze, esigenze particolari. In questa fase ci aiuteremo con i dati già in nostro possesso, se li abbiamo, oppure studiando il mercato ed i competitor. 

In una seconda fase possiamo avvalerci anche di interviste specifiche alle persone, partendo dai dati che abbiamo racoclto, per avere un analisi più approfondita. 

Dopo aver raccolto tutti i dati, è il momento della creazione del profilo delle nostre Buyer Personas. Dobbiamo essere specifici, senza essere troppo stringenti, ma sopratutto dobbiamo visualizzarle. Con la visualizzazione riusciremo ad immaginarle davanti a noi e creare un profilo perfetto ed in linea con la realtà

Se hai ancora dubbi sulle Buyer Personas, scrivimi e sarò felice di aiutarti a fugare ogni tuo dubbio! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *